Tagliatelle di calamaro su salsa di piselli

Storie di chi la cucina la vive da dentro, rischiando spesso di esserne buttata fuori, giorno 52

Di tutti gli oli che si usano in cucina, il più indigesto, per me, è l’olio di gomito. E chissà perché!

Ieri sera ho fatto tanti finger salati per i partecipanti al Friday Night Blues, tra cui le tagliatelle di calamaro su salsa di piselli guarnite con una fogliolina di bietola microgreen.

Alle 21.30 avevamo già spicciato il buffet e quindi ho chiesto:

  • C’aggia fà Luì?
  • Francè, che dici? Olio di gomito?
  • -.- E vabbuò

Tolta la divisa da petite chef e vestiti i panni di Mami-sì-buana, mi sono armata di secchio, spugne, aceto, brillantante e ho iniziato le pulizie. Sono partita dall’alto perché la polvere – si sa – cade in basso. Quindi ho svuotato i pensili, li ho puliti e riempiti di nuovo. Svuotato i frigo, puliti e riempiti di nuovo. Poi sono passata ai piani di lavoro. Alla fine, ho smontato la cappa e ho pulito i fuochi, il bollitore e la friggitrice.

Ho usato la prima persona singolare, ma avrei dovuto dire NOI perché la cosa bella è che tutti quelli che hanno il gomito hanno pure l’olio e di conseguenza nessuno è esentato dalle pulizie della cucina. Quando lo chef suona la carica stagisti, lavapiatti, chef de partie, sous-chef e executive partono per la guerra tutti insieme. La cosa brutta è che le pulizie sono una serie di operazioni in sequenza, una più scocciosa dell’altra:

  1. rimozione degli eventuali residui dalla superficie da pulire
  2. insaponatura la superficie con detersivo da piatti diluito in acqua calda
  3. risciacquo a caldo per asportare il detergente
  4. passaggio del disinfettante sulla superficie
  5. risciacquo a caldo per asportare il disinfettante
  6. asciugatura
  7. lucidatura degli acciai

Comunque siamo sopravvissuti anche a questa campagna.

2 pensieri riguardo “Tagliatelle di calamaro su salsa di piselli

Rispondi