Pere cotte all’alchermes

Niente fa festa sulla mia tavola di Natale più delle pere cotte all’alchermes. Belle da vedere, profumate da odorare, ottime al palato, si preparano in 20 minuti o poco più. Ormai nessuno le fa più e non ho trovato nemmeno un locale le abbia inserite in menù.

Mi rendo conto che sembro Donna Letizia, ma le pere all’alchermes evocano tutto un mondo antico e perbene, fatto di tovaglie bianche, tovaglioli ricamati, argenteria, servizio buono di bicchieri di cristallo, cortesia e buone maniere. Bando alle chiacchiere! Se vi va di provarci, ecco come si cucinano.

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

  • 3 pere, della varietà Kaiser
  • 200 g. Alchermes
  • 200 g. acqua
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 2 chiodi di garofano
  • 1/2 stecca di cannella

Preparazione

Scegliete pere piccole, dure e di calibro uguale. Sbucciatele con il pelapatate, senza togliere i piccioli. Utilizzate un tegame che possa contenerle perfettamente e mettete a bollire l’acqua, lo zucchero e le spezie. Quando lo zucchero si è sciolto, abbassate la fiamma, aggiungete l’alchermes e immergete le pere nel liquido, disponendole in modo che stiano in piedi nella casseruola. Fate sobbollire per circa 12-15 minuti, girandole ogni tanto in modo che si colorino da tutte le parti. Quando sono cotte, trasferitele su un piatto da portata, sgocciolatevi sopra lo sciroppo e lasciatele raffreddare un po’ prima di servirle.

Consigli ne abbiamo?

Non abbondate con lo zucchero semolato, perché le pere in cottura cedono zuccheri. Se non vi va di cuocerle nel tegame, potete metterle in forno già scaldato a 180°C per circa un’ora. Di tanto in tanto, smuovete il recipiente, in modo che il liquido si distribuisca uniformemente.

Rispondi