Chi sono

Ciao! Mi chiamo Francesca, sono nata e vivo a Bologna, la città dei tortellini e della pasta fresca. Mia nonna e mia zia erano sfogline, cioè artigiane della sfoglia a base di uova e farina, che ogni giorno tiravano a mano per produrre la pasta lunga, corta e ripiena. Mio nonno e i suoi fratelli, invece, facevano i fornai.

Fin da piccola ho apprezzato il cibo buono e genuino, meglio ancora se preparato con gli ingredienti che arrivano da vicino casa. Crescendo, grazie al quaderno delle ricette dei miei nonni, che è passato prima dalle mani di mia mamma e poi dalle mie, ho iniziato a sperimentare: non sto a dirvi quanti pasticci ho combinato le prime volte che ho preso un mattarello in mano.

Da allora sono passati tanti anni ma l’amore per la cucina della mia terra e la curiosità nel ricercare i piatti della tradizione emiliana-romagnola non sono mai passati. Così ho aperto questo blog che è una specie di diario gastronomico, in cui annoto tutto ciò che cucino, mangio, assaggio e degusto quotidianamente. 

Il nome che ho scelto per il blog – Fraduefuochi – parla di me e della mia storia. Nasce, come avrete capito, da un gioco di parole: fra, che richiama le prime tre lettere del mio nome, e due fuochi, cioè i fornelli e il forno, tra i quali ho vissuto fin dall’infanzia, quando trascorrevo ore nella bottega del nonno fornaio e della nonna sfoglina.

Le ricette che propongo appartengono prevalentemente alla tradizione culinaria bolognese, e in generale emiliana. Posto ricette di primi, secondi, contorni, biscotti, torte che appartenevano a mia nonna prima e a mia mamma poi, e che quindi appartengono alla cultura culinaria familiare.

Questo per dirvi che in rete troverete mille ricette del “ragù alla bolognese”, ma sul blog troverete la ricetta del ragù alla bolognese che si faceva a casa mia, e che faccio tuttora, con alcune piccole variazioni. Utilizzo ingredienti comuni, stagionali, economici e uso utensili di cucina e pentolame di base. Quindi potete replicare facilissimamente le ricette che posto.

Come scriveva Gualtiero Marchesi

è importante ricercare nella tradizione culinaria locale piatti dimenticati che rischiano di andare perduti per sempre, ma che potrebbero essere restaurati alla luce delle attuali tendenze gastronomiche… Di fatto, quando la cucina interrompe la ricerca del passato e smette di proiettarsi al futuro, quando non considera i prodotti del territorio e la loro stagionalità, finisce per assomigliarsi un po’ tutta.

Per questo il blog, oltre a essere un diario gastronomico, è anche un progetto di recupero e innovazione di ricette tradizionali che mi permette di fare una specie di storytelling familiare. Di una famiglia: la mia.

Se volete sapere qualcosa in più su di me, sulla mia formazione, sul mio lavoro, sulle altre attività, potete vedermi in una foto recente, anzi recentissima. Poi, potete dare un’occhiata al mio profilo LinkedIn. Lì troverete anche i miei contatti!

Buone cose a tutti!

Hi! I’m Francesca! Thanks so much for stopping by Fraduefuochi! I’ve just started this blog to sharing my experiences in eating and to motivate you to cooking and baking. I like cooking with natural foods, eating seasonally, and sharing wholesome meals with the people in my life. I’m a librarian and I live in Bologna, Italy, with my dog, Sofia. Other than cooking and baking, I love to read, explore my country and spend time with my family whenever possible. I hope you enjoy my recipes. Please give me a shout anytime, you can always find me on Instagram and Twitter or feel free to shoot me an email at the address fraduefuochi@gmail.com.