Guance di maiale in umido

Le guance di maiale in umido servite con la polenta sono un piatto tipico delle zone della “Civiltà del Maiale”. Sono un’autentica delizia gastronomica di quello che dalle mie parti è ancora considerato il vero Re degli animali.

Continua a leggere

Visitare la Biblioteca Universitaria di Bologna

La BUB – Biblioteca Universitaria di Bologna è la biblioteca centrale dell’Ateneo e occupa un’ala di Palazzo Poggi, in Via Zamboni 33-35, nel cuore della cittadella universitaria. Palazzo Poggi è la sede del Rettorato dell’Università degli Studi di Bologna e al suo interno ci sono anche alcuni musei dello SMA – Sistema Museale d’Ateneo.

Continua a leggere

Spaghetti alla carbonara

Se pensiamo agli Spaghetti alla carbonara subito ci viene in mente la città di Roma e tutto l’immaginario di Sora Lella, Aldo Fabrizi, Alberto Sordi e generazioni di avventori che si abbuffano con tovagliolo annodato alla gola e gomiti ben piantati sulla tovaglia a scacchi bianchi e rossi. Ma sapevate che questo primo piatto a base di pasta, uova e guanciale ha a che fare anche con la cucina bolognese degli anni Cinquanta?

Continua a leggere

Le lasagne verdi alla bolognese

La ricetta delle lasagne verdi alla bolognese, il mio piatto forte del pranzo di Pasqua. Con qualche curiosità sui riti del Triduo Pasquale a Bologna, che sono super affascinanti!

Continua a leggere

Antipasto di fegato con gocce di Chianti

I piatti a base di fegato di maiale sono gustosi e genuini, come le trattorie di campagna che un tempo li servivano abbondantemente salati e pepati, perché provocassero un “ritorno di sete” e, quindi, invitassero a ordinare dell’altro vino. Per partecipare al food contest #BaccoNatale sono tornata alle radici e ho rivisitato in chiave contemporanea e festaiola tre piatti della tradizione bolognese. Ne è nato un antipasto adatto al pranzo di festa: un fegato di maiale in tre modi con gocce di Chianti classico.

Continua a leggere

Sformato di sedano rapa e patate

Lo sformato di sedano rapa e patate è un antipasto diverso dal solito per stupire i propri ospiti con qualcosa di originale. In abbinamento a una fonduta di formaggio è un piatto unico saporito. Ad esempio una salsa al gorgonzola esalta la dolcezza del sedano rapa e delle patate.

Continua a leggere

I tortellini. Origine e leggende

Dove sono nati i tortellini? La questione è davvero spinosa. Partiamo da una una carrellata di leggende e poesie, dove le divinità dell’Olimpo convivono felicemente con personaggi storici!

Continua a leggere

I tortellini. Chi li ha inventati e perché si chiamano così

Ci vuole un matto a fare un post sui tortellini. E io che lo sono, ne ho scritti la bellezza di tre. In questo vi racconto quando li hanno inventati e perché si chiamano così.

Continua a leggere

Maltagliati alle cipolle

Grande classico della cucina bolognese, i maltagliati alle cipolle prevedono l’utilizzo di un formato di pasta all’uovo davvero facile da realizzare e di un sugo altrettanto veloce e gustoso. Inutile dire, quindi, che questo piatto dà grandi soddisfazioni anche a chi non ha particolare familiarità con la tipica sfoglia emiliano-romagnola, perché per fare i maltagliati…

Continua a leggere

Zuppa inglese o zuppa emiliana?

Anni fa ho avuto in regalo un libro di Alessandro Molinari Pradelli intitolato La cucina di Bologna. Definirlo un libro di ricette è riduttivo, perché l’autore stesso lo definisce “un racconto di aneddoti e curiosità, cuochi e personaggi famosi, nel recupero di una sana tradizione popolare”. Si tratta di tre volumi di grande formato, rilegati…

Continua a leggere

Cardi al latte

I cardi cotti nel latte sono uno dei miei contorni preferiti della stagione invernale. L’inverno non ci porta solo freddo e gelo, ma anche un’autentica ghiottoneria: i cardi! A Bologna viene coltivata una varietà locale chiamata centofoglie, o cardo bolognese.

Continua a leggere

Visitare la basilica di San Martino Maggiore a Bologna

La chiesa di San Martino Maggiore è una delle chiese più antiche di Bologna e sorge all’incrocio tra via Oberdan e via Marsala. Elevata al grado di Basilica dal 1941, si erge nell’omonima piazza del centro storico di Bologna. San Martino Maggiore fu una delle principali chiese mendicanti della Bologna di età gotica. E’ anche conosciuta come San Martino dei Carmelitani.

Continua a leggere

Visitare i Bagni di Mario a Bologna

I Bagni di Mario sono una cisterna rinascimentale realizzata per convogliare, raccogliere e decantare le acque dei corsi d’acqua collinari. Il nome deriva dalla credenza errata che fossero i resti di un centro termale romano di età repubblicana voluto dal console Caio Mario. In realtà le cose non stanno proprio così…

Continua a leggere

Hummus di ceci

Se è vero, come diceva il geografo francese Jean Brunhes, che “Mangiare è incorporare un territorio” allora è proprio l’hummus il piatto che più ci parla della cucina mediorientale.
Salsa a base di ceci e pasta di semi di sesamo (tahina), l’hummus è una ricetta tipica della cucina libanese che si è diffusa in tutta l’area mediorientale, tanto che ritroviamo la ricetta nella cucina turca, greca, libanese e persino israeliana.

Continua a leggere

Visitare la chiesa di San Colombano a Bologna

San Colombano è un antichissimo complesso monastico che sorge in pieno centro a Bologna, in via Parigi. Dedicato al santo missionario irlandese Colombano (540-615), venne fondato nel VII secolo. Perché visitarlo? Perché l’oratorio della chiesa, oggi sconsacrata, conserva uno dei più importanti cicli di affreschi dell’Accademia degli Incamminati (dei Carracci), con opere di Francesco Albani, Domenichino, Francesco Brizio, Baldassarre Aloisi detto “Il Galanino”, Lorenzo Garbieri, Lucio Massari e Guido Reni.

Continua a leggere

Visitare la chiesa di San Giorgio in Poggiale a Bologna

La chiesa di San Giorgio in Poggiale è la chiesa cinquecentesca sconsacrata che si trova in via Nazario Sauro 20/2, in centro a Bologna. Al suo interno si trova una delle biblioteche più suggestive della città – la Biblioteca d’Arte e di Storia – e alcune opere d’arte di due artisti contemporanei: Piero Pizzi Cannella e Claudio Parmiggiani.

Continua a leggere

Tacchino tonnato

Il tacchino tonnato è una versione rivisitata, più economica e più leggera, del classico vitello tonnato. Il tacchino tonné è ideale come antipasto ma è anche un secondo piatto perfetto da preparare tutte quelle volte in cui si ha poco tempo o poca voglia di cucinare, ma non si vuole rinunciare al gusto e al sapore.

Continua a leggere

Purè di fave secche

La ricetta del purè di fave è una ricetta tipica pugliese, che viene preparata utilizzando le fave secche. È facile trovare il purè di fave nelle masserie e negli agriturismi della regione, servito come piatto unico o tra gli antipasti. Se vi piace, prepararlo in casa è semplicissimo…

Continua a leggere

Visitare il parco del Cavaticcio a Bologna

Creato nel 1983 sfruttando il terreno sotto al quale corre, coperta, la diramazione del Canale di Reno nota come Cavaticcio, il parco del Cavaticcio è da anni un protagonista assoluto dell’estate bolognese oltre che un museo di arte contemporanea a cielo aperto! L’area sorge non lontano dalla stazione Bologna Centrale, a ridosso dei viali di circonvallazione, al di…

Continua a leggere

Spaghetti alle vongole

Gli spaghetti con le vongole sono un primo piatto estivo che si apprezza anche nelle altre stagioni. E’ un piatto semplice e genuino e, come tutte le cose che sanno di mare, regala sempre delle emozioni! Non è un piatto tipico bolognese, certamente, ma ve ne parlo perché è un piatto molto diffuso nella nostra Riviera Adriatica. E a me la Romagna piace assai… e la cucina di mare romagnola ancora di più!

Continua a leggere

Pomodori gratinati alla bolognese

I pomodori gratinati sono un contorno tipico della cucina emiliano-romagnola e hanno tutto il sapore delle estati bolognesi.
La ricetta non è antica quanto molti pensano ed è certamente interregionale. Vi racconto come li faceva mia nonna, ripieni di pangrattato, prezzemolo e aglio.

Continua a leggere

Gelatomania, gelateria artigianale a Forlì: recensione

La miglior gelateria artigianale di Forlì è Gelatomania di Luca Lombardi, in via Ravegnana 208, nei pressi del Foro Boario. Vi spiego perché… a partire dalla riscoperta di un gusto iconico degli anni 70 e 80: il gusto Malaga, che Luca ha reinterpretato come ORO DI ROMAGNA

Continua a leggere