Fegato alla veneziana in salsa tragicomica

Inizio con un sondaggio: quanti di voi sono riusciti a pagare 30 euro 3 foglie di salvia? Sottolineo foglie, non piante. Quindi? Nessuno? Beh, io ce l’ho fatta pur di cucinare una sola porzione di fegato alla veneziana! La storia è questa.

Ieri sera arrivo a casa con la fissa di un piatto di fegato alla veneziana. In casa c’ho tutto quello che serve, cioè il fegato di vitello, le cipolle bianche, l’olio e la padella.

Il fatto è che io vado matta per le erbe aromatiche e che mi piace aggiungere al fegato anche l’alloro e la salvia. Controllo sul davanzale: l’alloro ce l’ho, ma manca la salvia, che però sta giù in cortile. Che problema c’è? Nessuno! Prendo dalla borsa le chiavi per aprire il lucchetto del cancello e lo smartphone che non si sa mai poi scendo in strada. Purtroppo la luce esterna è spenta, ma fortunatamente mi sono presa dietro lo smartphone e mi sento una gran volpe!

Qui inizia la fase difficile: con la mano destra reggo il lucchetto, nella sinistra tengo il mazzo di chiavi, per lo smartphone in funzione torcia mi resta libera la bocca. Per 30 secondi contorco collo, spalle e testa tipo Totò-quando-imita-il-serpente finché non riesco a dirigere la luce della torcia sulla toppa del lucchetto.

Dopo di che:

  • provo la chiave 1, non gira
  • provo la chiave 2, non gira
  • provo la chiave 3, non gira
  • provo la chiave 4, non gira
  • provo la chiave 5, non gira

Finisco le chiavi. E quindi:

  • riprovo la chiave 1, non gira
  • riprovo la chiave 2, non gira
  • riprovo la chiave 3, non gira

Impreco come una dannata e…

  1. mi cade lo smartphone di taglio sul marciapiede
  2. si rompe il tasto On/Off
  3. la funzione torcia fortunatamente resta inserita, così riesco a identificare la pianta della salvia e a raccoglierne tre foglie
  4. risalgo in casa con tre foglie di salvia e uno smartphone che apre Facebook – lo chiude – apre Whatsapp – la chiude – si accende – si spegne – gioca a Bingo – va a mignotte – rutta – litiga con la Sofia tutta notte
  5. stamattina porto lo smartphone in assistenza
  6. pago la riparazione: 30 euro

Il fegato alla veneziana, però, è venuto una bellezza!

La ricetta

Ingredienti per 2 persone

  • 4 etti di fegato di vitello
  • una cipolla bianca
  • olio extravergine di oliva q.b
  • 3 foglie di salvia e 2 di alloro, se vi va

Preparazione

Tagliate la cipolla a julienne cioè fina fina fina e mettetela in una padella a soffriggere con l’olio fino a che non è diventata trasparente. Tagliate il fegato a fettine di due dita circa e mettetelo nella padella in cui avete fatto il soffritto di cipolla. Girate continuamente, in modo che la carne cuocia senza bruciarsi. Ci vorranno davvero pochissimi minuti. Servite caldo, accompagnato da polenta bianca o gialla, non ha importanza. A me piace accompagnato da qualche goccia di aceto balsamico di Modena.

2 pensieri riguardo “Fegato alla veneziana in salsa tragicomica

Rispondi