Spaghetti con bacon, mandorle e barba di finocchio

Nel corso dell’inverno, Sofia ha sforato il tetto dei 30 chili e il veterinario l’ha messa a dieta. 🙁 Sul momento sembrava averla presa bene, anzi: quando il vet le ha allungato il premio per essere stata brava durante la visita era tutta sorridente e scodinzolante. Poi a casa le ho preparato la pappa e, quando ha visto il contenuto della ciotola, ha subito cambiato idea!

Con una fatica che non sto neanche a raccontarvi, in questi giorni, abbiamo detto addio alle zuppe di carne e carboidrati e abbiamo inaugurato la stagione delle zuppe di carne e verdure. Morale della favola: ho col frigo pieno murato di finocchi.

A Sofia rifilo le foglie esterne, più dure e coriacee. Io mangio i cuori. Mi restano comunque un sacco di ciuffi, che da noi si chiamano comunemente barbe. Che farne? Li butto? Certo che no! Tanto più che la settimana scorsa ho partecipato al laboratorio “Cucinare senza sprecare” organizzato da Last Minute Market in occasione della V giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare e ho imparato che il primo comandamento di chi si mette ai fornelli è rispettare la materia prima, utilizzandone il più possibile.

Ieri, quindi, ho preparato gli spaghetti con bacon, mandorle e barba di finocchio, una ricetta davvero antispreco.

La ricetta

Ingredienti

  • 180 g di spaghetti
  • mezza cipolla
  • circa 30 g di barbe di finocchi
  • 80 g di pomodori secchi sottolio
  • 30 g di mandorle a lamelle tostate
  • 100 g di pancetta affumicata
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale, pepe nero, semi di finocchio q.b.

Preparazione

Tostate le mandorle e tenetele da parte.

Separate le barbe dalle foglie dei finocchi, sciacquatele, sminuzzatele e tenetele da parte.

Tagliate il bacon a listarelle e rosolatelo in una padella antiaderente con 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, finché non è diventato croccante, poi toglietelo dalla padella e tenetelo in caldo.

Affettate la cipolla e fatela appassire a fuoco dolce nella padella in cui avete rosolato il bacon. Aggiungete alla cipolla le barbe dei finocchi. Incorporate nella padella i pomodori secchi e fate cuocere a fuoco moderato per 10 minuti.

Cuocete intanto gli spaghetti in acqua bollente per la metà del tempo indicato sulla confezione poi versateli in padella e continuate la cottura finché non sono al dente, aggiungendo man mano un pochino di acqua di cottura. Regolate di sale e pepe e se vi piace con una tritata di semi di finocchio.

Servite gli spaghetti aggiungendo le mandorle e il bacon e decorando con uno o due ciuffi di barbe che avrete tenuto da parte.

Sofia, è inutile che mi guardi con ‘sta faccia… Non è colpa mia se sei diventata un boiler!

Rispondi